PROFESSIONISTA DELLA SALUTE, DOVRESTI CURARE PRIMA DI TUTTO LA TUA IGNORANZA?

PROFESSIONISTA DELLA SALUTE, DOVRESTI CURARE PRIMA DI TUTTO LA TUA IGNORANZA?

Nelle righe che seguiranno potrete leggere l'esperienza diretta di una paziente con dolore cronico (che ha pubblicato la stessa sul British Journal of Sport Medicine).
 
Vi invito a leggere tutto per comprendere cosa sia il dolore cronico e come se ne possa uscire nonostante spesso ci sia troppa ignoranza sull'argomento, anche tra i professionisti sanitari, come denunciato dalla paziente.

Leggi tutto...

Distrurbi temporo-mandibolari

Distrurbi temporo-mandibolari

Il termine “disordine temporo-mandibolare” descrive patologie o condizioni che interessano l’articolazione temporo mandibolare (ATM), i muscoli masticatori e le strutture circostanti.
Un gestione di successo spesso richiede la collaborazione tra diverse figure professionali, in particolar modo il dentista specializzato in gnatologia, il fisioterapista specializzato in disordini muscolo scheletrici e lo psicoterapeuta.
 
E’ una problematica che affligge maggiormente le donne rispetto agli uomini e stanno emergendo dalle ricerche sul contributo di fattori genetici ed ormonali allo sviluppo della stessa.
 
I sintomi del disturbo temporo manibolare sono generalmente mal di testa e dolore oro facciale e tali segni e sintomi sono presenti in circa il 35% della popolazione. Solo il 5-10% di queste persone però consulta gli specialisti per il trattamento.

Leggi tutto...

Pubalgia e dolore inguinale

Pubalgia e dolore inguinale

Il dolore inguinale è comune in atleti che partecipano a sport multidirezionali come il calcio o l’hokey, nei quali vengono coinvolti i movimenti ripetuti e forzati nell’articolazione dell’anca con scatti e cambi di direzione.

Storicamente il dolore inguinale è sempre stato difficile da diagnosticare ed isolare; solo negli ultimi 10 anni gli studiosi hanno compreso meglio la problematica e delineato una chiara terminologia e fornito informazioni “evidence based” sull’esame clinico e l’accuratezza diagnostica degli esami radiologici, in maniera da ottimizzare la gestione degli atleti con dolore inguinale.

Leggi tutto...

Dolore Cervicale - Neck Pain

Dolore Cervicale - Neck Pain

Il dolore al collo è definito dallo studio Global Burden of Health 2010 come "dolore al collo con o senza dolore riferito in uno o entrambi gli arti superiori che dura per almeno un giorno" [1]

Il dolore al collo si presenta comunemente in tutto il mondo e causa disabilità e costi economici. Il dolore e l'invalidità associati al dolore al collo hanno un grande impatto sugli individui e sulle loro famiglie, comunità, sistemi sanitari e imprese.

La prevalenza è generalmente più alta nelle donne che negli uomini, più alta nei paesi ad alto reddito rispetto ai paesi a basso e medio reddito,più elevata nelle aree urbane rispetto a aree rurali e avente picchi intorno ai 45 anni. I tassi di recidiva e cronicità del dolore al collo sono alti. La maggior parte delle persone con dolore al collo non ha una completa risoluzione dei sintomi, con tra il 50% e l'85% di coloro che soffrono di dolore al collo che riporta il dolore al collo ancora da 1 a 5 anni più tardi. Childs et al suggeriscono che il 30% dei pazienti con dolore al collo svilupperà sintomi cronici e il 37% delle persone che soffrono di dolore al collo segnalerà problemi persistenti per almeno 12 mesi. In condizioni croniche, il percorso può essere stabile o fluttuante, ma nella maggior parte dei casi può essere classificato come ricorrente, caratterizzato da periodi di miglioramento relativo seguiti da periodi di peggioramento relativo.

Leggi tutto...

L'importanza dell'Esercizio Terapeutico nel trattamento dei disturbi muscolo-scheletrici.

L'importanza dell'Esercizio Terapeutico nel trattamento dei disturbi muscolo-scheletrici.

L'evidenza scientifica parla chiaro: l'esercizio fisico apporta notevoli benefici sulla salute generale delle persone.

Leggi tutto...

"Mi hanno detto che ho una vertebra spostata":MITI, CREDENZE ED EVIDENZE SULLA TERAPIA MANUALE

Capita spesso che arrivi in studio il paziente convinto di avere una "vertebra fuori posto", "il bacino fuori asse" , "un osso che deve rientrare"  insomma qualcosa da riposizionare attraverso una manovra manuale del terapista.

 

Al di la delle convinzioni personali, molto spesso purtroppo operatori manuali di diverso tipo, installano ancora oggi nella mente degli ignari pazienti idee "fantasiose" che potenzialmente potrebbero risultare addirittura catastrofiche per gli stessi.

Leggi tutto...

Dolore anteriore aspecifico di ginocchio : la sindrome dolorosa femoro- rotulea.

Dolore anteriore aspecifico di ginocchio : la sindrome dolorosa femoro- rotulea.

 

La sindrome femoro-rotulea è una delle cause più comuni di dolore al ginocchio. 

Colpisce circa il 25% degli atleti e costituisce il 30% di tutte le visite dal medico sportivo.

Leggi tutto...

Osteoartrosi dell'anca. Management conservativo.

Osteoartrosi dell'anca. Management conservativo.

 

L'artrosi dell'anca (Coxartrosi) è un tipo comune di osteoartrosi (OA).

 L'osteoartosi è la malattia più comune che causa disturbi alle articolazioni. Non solo nelle donne ma anche negli uomini. È una malattia che colpisce molte persone in tutto il mondo, specialmente le persone anziane. La ricerca ci dice che l'artrosi dell'anca ha una prevalenza dell'11,5% negli uomini e dell'11,6% nelle donne.

Leggi tutto...

Reflusso gastroesofageo: l'efficacia dell'intervento fisioterapico

Reflusso gastroesofageo: l'efficacia dell'intervento fisioterapico

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) si verifica quando i succhi gastrici vengono in contatto con la parete dell'esofago, provocando bruciore dietro lo sterno e rigurgito acido.

Si presenta con sintomi cosiddetti "tipici" oppure con sintomi "atipici".

La malattia da reflusso gastroesofageo è una malattia che è causata da diversi fattori, come quelli psciologici, alimentari, anatomici, funzionali, ormonali e farmacologici.

Leggi tutto...

La sindrome della giunzione toraco-lombare: lombalgia, dolore pseudo viscerale, pseudo-pubalgia e pseudo dolore all'anca

La sindrome della giunzione toraco-lombare: lombalgia, dolore pseudo viscerale, pseudo-pubalgia e pseudo dolore all'anca

La sindrome della giunzione toraco-lombare descritta da Robert Maigne è dovuta a lieve irritazione dei rami posteriori e / o anteriori del nervo rachideo T11-T12 o L1.
 
Questa sindrome è caratterizzata da lombalgia, dolore pseudo-viscerale, dolore pseudo-anca e pubalgia. 
 
Queste manifestazioni possono essere isolate o associate.

Leggi tutto...

  Vai all'archivio Blog
COPYRIGHT 2018 - Dr. Emanuele Fontana
Fisioterapista specializzato in terapia manuale
lorenzo
Realizzazione siti web

Cookie Policy

Informativa privacy ai sensi dell'art. 13 del d.lgs 196/2003 (codice privacy)

Ai sensi dell'articolo 13 del Codice Privacy (D.Lgs. 196/03), La informiamo che l'impresa titolare del sito indicata in calce al sito medesimo è il titolare del trattamento (di seguito "Titolare"). Secondo la legge indicata tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Questo sito raccoglie dati necessari alla navigazione e alla fruizione dei servizi ad essa collegati trattandoli in forma anonima ed aggregata.

Il trattamento di tali dati verrà effettuato attraverso strumenti automatizzati e non, in conformità con le finalità indicate e nel rispetto dei requisiti di riservatezza e delle più idonee misure di sicurezza, come indicate dal Codice Privacy.

Il conferimento dei dati è necessario per perseguire le finalità summenzionate e gli stessi non saranno né comunicati, né diffusi.

I dati saranno conservati per il periodo strettamente necessario al perseguimento delle finalità suindicate e comunque per non oltre un anno.

Nella Sua qualità di interessato del trattamento, Le è garantito l'esercizio dei diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/03, tra i quali il diritto di ottenere dal Titolare del trattamento la conferma dell'esistenza dei Suoi dati personali e la loro comunicazione in forma intelligibile, di conoscere le modalità e le logiche del trattamento, di richiedere l'aggiornamento e l'integrazione dei dati stessi, la loro cancellazione o trasformazione in forma anonima, in caso di violazione di legge, nonchè, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti potranno essere esercitati rivolgendosi in qualsiasi momento per iscritto al Titolare del trattamento, presso la sua sede indicata nel sito internet medesimo.

Cosa sono i cookies

I cookies sono piccoli file di testo che vengono automaticamente posizionati sul PC del navigatore all'interno del browser. Essi contengono informazioni di base sulla navigazione in Internet e grazie al browser vengono riconosciuti ogni volta che l'utente visita il sito.

Cosa fare se non volete che dei cookie siano installati sul vostro computer?

Per alcune persone l'idea che sul proprio computer o portatile vi sia un luogo di memorizzazione delle informazioni rappresenta un'invasione della privacy, in particolare se tali informazioni sono memorizzate e utilizzate da terzi che non si conoscono. Se lo si preferisce, è possibile bloccare alcuni o tutti i cookie o persino cancellare i cookie che sono già stati installati sul proprio computer, tuttavia occorre essere consapevoli che in tal modo vi è il rischio di perdere alcune funzionalità. A tal fine, occorre modificare le impostazioni sulla privacy del proprio browser. 

Alcuni operatori esterni hanno sviluppato strumenti che consentono di disattivare la raccolta e l'utilizzo dei dati da parte dei loro moduli.

Il sito www.lorenzoandreassi.it e i cookies

First party cookies

Il sito utilizza cookie legati al suo funzionamento, finalizzato a:

Non c'è modo di impedire l'utilizzo di questi cookie, oltre che non utilizzare il nostro sito.

Third party cookies

Il sito include funzionalità fornite da terze parti. Un esempio è una mappa incorporata di Google Maps, o Google Analytics. Il sito include le seguenti funzionalità che utilizzano cookies:

Disabilitando questi cookie probabilmente saranno interrotte le funzioni offerte da queste terze parti.

Si invitano gli utenti a prendere conoscenza della politica di gestione dei cookie dei social network sui siti interessati.